Gara - ID 1

Stato: Inviato esito di gara


Registrati o Accedi Per partecipare

ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
Procedura aperta ex art. 60 D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i., per l’Affidamento del Servizio assicurativo Rimborso Spese Mediche in favore del personale del Politecnico di Bari
CIG82624651D1
CUP
Totale appalto€ 439.725,00 Importo aggiudicazione € 329.793,75
Data pubblicazione 08/04/2020 Termine richieste chiarimenti Venerdi - 15 Maggio 2020 - 12:00
Scadenza presentazione offerteSabato - 23 Maggio 2020 - 12:00 Apertura delle offerteMercoledi - 03 Giugno 2020 - 11:00
Categorie merceologiche
  • 6651222 - Servizi di assicurazione medica
DescrizioneProcedura di gara aperta, da espletarsi mediante procedura telematica, per l’affidamento del servizio assicurativo di rimborso delle spese mediche in favore del personale del Politecnico di Bari, per un periodo di tre anni, eventualmente rinnovabile prorogabile per un ulteriore periodo di tre mesi, in attuazione della delibera n. 41 del Consiglio di Amministrazione del 25.03.2020.
Struttura proponente Centro Servizi Amministrativo Contabili di Ateneo
Responsabile del servizio Luca Fortunato Responsabile del procedimento Mangialardi Dino Alberto
Allegati
File docx all.-1-domanda-di-partecipazione-e-dichiarazioni-integrative-busta-a. - 248.71 kB
08/04/2020
File doc all.-2-dgue-busta-a - 207.50 kB
08/04/2020
File docx all.-3-patto-di-integrit-busta-a. - 234.05 kB
08/04/2020
File docx all.-4-informativa-terzi-busta-a. - 234.19 kB
08/04/2020
File docx all.-5-offerta-economica-busta-c. - 247.20 kB
08/04/2020
File pdf tabella-riepilogativa-personale-politecnico-di-bari - 64.04 kB
08/04/2020
File pdf politecnico-di-bari-sinistri-2018-2019-e-2019-2020-al-31gen2020 - 15.48 kB
08/04/2020
File pdf politecnico-di-bari-sinistri-2016-2017-e-2017-2018-al-31gen2020 - 208.15 kB
08/04/2020
File pdf capitolato-speciale - 283.41 kB
08/04/2020
File pdf disciplinare-di-gara - 568.70 kB
08/04/2020
File pdf dd-216-2020-proroga-scadenze-e-sostituzione-rup - 204.48 kB
08/05/2020
File docx all.-5-offerta-economica-modificato. - 248.73 kB
14/05/2020
File pdf facsimile-capitolato-prestazionale-in-corso-31.10.17-31.07.20 - 531.33 kB
15/05/2020
File pdf facsimile-capitolato-prestazionale-in-corso-31.10.17-31.07.20 - 531.33 kB
18/05/2020
File pdf Curriculum Vitae Neglia Giulia Annalinda - 607.69 kB
03/06/2020
File pdf Curriculum Vitae Balice Michele - 194.73 kB
03/06/2020
File pdf Curriculum Vitae Martinelli Renata - 106.65 kB
03/06/2020
File pdf Atto di costituzionedella Commissione valutatrice - 281.99 kB
03/06/2020
File pdf estratto-aggiudicazione-signed - 156.08 kB
07/08/2020
File pdf Avviso di appalto aggiudicato - 174.91 kB
07/08/2020

Aggiudicazione definitiva - 296 \24/06/2020

03843680376

UNISALUTE S.P.A. -

Partecipanti

03843680376

UNISALUTE S.P.A. -

Commissione valutatrice

File pdf Atto di costituzione 250 - 27/05/2020
Nome Ruolo CV
Neglia Giulia Annalinda Presidente File pdf
Balice Michele Commissario File pdf
Martinelli Renata Commissario File pdf

Avvisi di gara

07/08/2020Avviso di appalto aggiudicato - Procedura Aperta: Procedura aperta ex art. 60 D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i., per l’Affidamento del Servizio assicurativo Rimborso Spese Mediche in favore del personale del Politecnico di Bari
Si comunica che è stato pubblicato l'avviso di appalto aggiudicato per la gara in oggetto...
07/08/2020Pubblicazione Esito - Procedura Aperta: Procedura aperta ex art. 60 D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i., per l’Affidamento del Servizio assicurativo Rimborso Spese Mediche in favore del personale del Politecnico di Bari
Si comunica che è stato pubblicato l'esito per la gara in oggetto...
08/06/2020Comunicazione data di apertura della busta Busta C - Offerta economica e temporale della procedura Aperta: Procedura aperta ex art. 60 D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i., per l’Affidamento del Servizio assicurativo Rimborso Spese Mediche in favore del personale d
Si comunica che, per impedimento di un componente della Commissione, l'apertura della busta Busta C - Offerta economica e temporale per la procedura in oggetto avverrà in data Giovedi - 11 Giugno 2020 - 09:30.  ...
03/06/2020Comunicazione data di apertura della busta Busta C - Offerta economica e temporale della procedura Aperta: Procedura aperta ex art. 60 D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i., per l’Affidamento del Servizio assicurativo Rimborso Spese Mediche in favore del personale d
Si comunica che l'apertura della busta Busta C - Offerta economica e temporale per la procedura in oggetto avverra in data Martedi - 09 Giugno 2020 - 09:30...
03/06/2020Comunicazione data di apertura della busta Busta C - Offerta economica e temporale della procedura Aperta: Procedura aperta ex art. 60 D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i., per l’Affidamento del Servizio assicurativo Rimborso Spese Mediche in favore del personale d
Si comunica che l'apertura della busta Busta C - Offerta economica e temporale per la procedura in oggetto avverra in data Martedi - 09 Giugno 2020 - 11:00...
24/05/2020RINVIO SEDUTA PUBBLICA DI GARA PER L’APERTURA DELLA BUSTA “A” - DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA
Si comunica che per motivi di carattere organizzativo, la seduta pubblica per l’apertura delle buste amministrative, prevista per il giorno lunedì 25 maggio 2020 alle ore 10:00 è rinviata a mercoledì 3 giugno 2020, ore 11:00....
24/05/2020Modifica date procedura Aperta: Procedura aperta ex art. 60 D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i., per l’Affidamento del Servizio assicurativo Rimborso Spese Mediche in favore del personale del Politecnico di Bari
Si comunica l'avvenuta modifica delle date relative la procedura in oggettoA seguire la tabella riepilogativa delle date aggiornateTermine richieste chiarimenti15/05/2020 12:00Scadenza presentazione offerte23/05/2020 12:00Apertura delle offerte03/06/2020 ...
15/05/2020QUADRO PRESTAZIONALE ATTUALMENTE IN CORSO
Facendo seguito alle richieste pervenute in tal senso, si rende disponibile il capitolato prestazionale riferito alla polizza attualmente in corso, ai fini della miglior intepretazione della statistica sinistri fornita....
14/05/2020ERRATA CORRIGE: refuso su Disciplinare e NUOVO Modello All. 5 MODIFICATO
Si precisa che per un refuso, a pag. 25 del Disciplinare, art. 16 “CONTENUTO DELLA BUSTA C – OFFERTA ECONOMICA”, 3° paragrafo, non è stata riportata la disciplina corretta, che invece si riporta appresso: “Il concorrente dovrà indicare i propr...
08/05/2020Modifica date procedura Aperta: Procedura aperta ex art. 60 D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i., per l’Affidamento del Servizio assicurativo Rimborso Spese Mediche in favore del personale del Politecnico di Bari
Si comunica l'avvenuta modifica delle date relative la procedura in oggettoA seguire la tabella riepilogativa delle date aggiornateTermine richieste chiarimenti15/05/2020 12:00Scadenza presentazione offerte23/05/2020 12:00Apertura delle offerte25/05/2020 ...

Chiarimenti

  1. 14/05/2020 16:16 - Si chiede di precisare se la data scadenza di presentazione delle offerte sia il 22/05/2020 entro le 12.00 o il 23/05/2020 entro le 12.00.
     


    La data scadenza di presentazione delle offerte è stabilita alle ore 12:00 di sabato 23/05/2020, come da Avviso di proroga termini pubblicato in GURI, V Serie Speciale, n. 54 del 13/05/2020.
    14/05/2020 18:13
  2. 28/04/2020 18:55 - Con riferimento alla Procedura aperta per l’affidamento del servizio assicurativo di rimborso delle spese mediche in favore del personale del Politecnico di Bari – CIG 82624651D1, si prega di fornire le seguenti informazioni e chiarimenti:
    1. Con riferimento al file dei sinistri, si chiede di chiarire se gli importi indicati nelle colonne “costi” corrispondono ai sinistri liquidati ed anche ai sinistri riservati oppure se si tratta solo dei sinistri liquidati. In tale ultimo caso si prega di indicare gli importi di tutti i sinistri anche di quelli riservati oltre che di quelli liquidati.
    2. Si prega di indicare l’attuale assicuratore ed il premio pro capite in corso.
    3. Si chiede conferma del fatto che le tasse da applicare sono pari al al 2,5%.
    4. Con riferimento all’art. 7.2 “Requisiti di capacità economica e finanziaria”, lett. c), alla pag. 7 del Disciplinare, si chiede conferma del fatto che la raccolta premi richiesta nel ramo malattia complessivamente non inferiore a €879.450 possa essere dimostrata mediante presentazione di frontespizi delle polizze rimborso spese mediche attive nel triennio indicato in quanto dai bilanci della scrivente, che è una società costituita in base a leggi di altro Stato, non è possibile evincere una sotto distinzione all’interno della raccolta premi del ramo danni specifica per il ramo malattia.
    5. Sempre con riferimento all’art. 7.2 “Requisiti di capacità economica e finanziaria”, lett. c), alla pag. 7 del Disciplinare, si chiede conferma del fatto che, atteso che l’ultimo bilancio approvato e pubblicato è quello dell’anno 2018 in quanto quello dell’anno 2019 sarà pubblicato a giugno, i tre anni di riferimento saranno il 2016, 2017 e 2018.
    6. Con riferimento all’art. 9 “Subappalto” del Disciplinare, si evidenzia che l’indicazione della terna dei subappaltatori sia un refuso e si chiede conferma del fatto che il concorrente che eventualmente vuol ricorrere al subappalto NON deve indicare alcuna terna atteso che il Decreto 32/2019, c.d. sblocca cantieri, alla luce delle modifiche della legge di conversione (l. 55/2019) ha eliminato l’obbligo della terna dei subappaltatori.
    7. Con riferimento a quanto previsto al comma 2 dell’art. 105 del D.Lgs. 19 aprile 2017, n. 56, correttivo del D.Lgs. 18.04.2016 N. 50 che si cita testualmente: "Costituisce, comunque, subappalto qualsiasi contratto avente ad oggetto attività ovunque espletate che richiedono l'impiego di manodopera, quali le forniture con posa in opera e i noli a caldo, se singolarmente di importo superiore al 2 per cento dell'importo delle prestazioni affidate o di importo superiore a 100.000 euro e qualora l'incidenza del costo della manodopera e del personale sia superiore al 50 per cento dell'importo del contratto da affidare.", si chiede di confermare che, se il costo annuo di alcuni servizi (call center, gestione sinistri) che saranno eventualmente affidate ad un terzo soggetto NON supera il 2% del valore annuo dell’appalto, NON si configura l’istituto del subappalto. In tal caso, si chiede di confermare che, pertanto, la compagnia possa NON ricorrere al subappalto, ma semplicemente stipulare un contratto con un terzo che gestirà tali prestazioni/servizi e che tale contratto NON debba essere inserito nella documentazione di gara.
    8. Atteso che non vi è un requisito minimo per la rete di strutture convenzionate, ma che verranno attribuiti 10 punti alle compagnie che hanno una determinata rete sanitaria in Puglia, si chiede conferma del fatto che la compagnia che, non avendo a disposizione una rete di strutture con determinate caratteristiche in Puglia, voglia comunque ottenere i punti supplementari nell’offerta tecnica e mettere a disposizione quanto richiesto dal disciplinare, non possa fare ricorso all’avvalimento (non trattandosi di un requisito minimo) ma possa far ricorso al subappalto o debba solo indicare che mette a disposizione tale rete senza far ricorso al subappalto, ai sensi di quanto indicato al quesito n. 7.
    9. Con riferimento all’offerta tecnica, si chiede di chiarire cosa si intende per “proposta tecnico-organizzativa che deve illustrare il progetto dell’operatore economico partecipante (sulla base di quanto prescritto nel capitolato tecnico)”. Si prega di chiarire cosa si deve indicare in tale relazione tecnica nello specifico;
    10. Si chiede conferma che la copertura non sia intermediata da alcun broker. In caso contrario, si prega di indicare il nominativo e le commissioni da retrocedere allo stesso.


    1. Relativamente alla statistica fornita, la voce “costo” dei sinistri corrisponde alla somma del liquidato e del riservato.
    2. L’attuale Compagnia è Unisalute S.p.A. Il premio annuo pro-capite relativo al contratto in corso è pari a €230,04, inclusa la quota di iscrizione alla relativa Cassa, con la precisazione che il capitolato prestazionale è differente da quello dell’attuale procedura di gara.
    3. La tassazione prevista è quella prevista dalla normativa italiana per l’assicurazione sanitaria integrativa.
    4. Si rappresenta che l’art. 7.2 del Disciplinare, u.c., prevede che: “Ai sensi dell’art. 86, co. 4, del Codice, l’operatore economico che per fondati motivi non è in grado di presentare le referenze richieste può provare la propria capacità economica e finanziaria mediante un qualsiasi altro documento considerato idoneo dalla Stazione Appaltante.”, e tali possono essere considerati i frontespizi di polizza. Si rammenta che tutta la documentazione da produrre deve essere in lingua italiana o, se redatta in lingua straniera, deve essere corredata da traduzione giurata in lingua italiana. In caso di contrasto tra testo in lingua straniera e testo in lingua italiana prevarrà la versione in lingua italiana, essendo a rischio del concorrente assicurare la fedeltà della traduzione.
    5. Poiché il D.L. n. 18 del 17 marzo 2020 ha posticipato, a causa dell’emergenza da COVID-19, il calendario di approvazione dei bilanci, causando possibili ritardi, i tre anni di riferimento ai fini dell’art. 7.2 saranno 2016, 2017, 2018.
    6. Con riferimento all’indicazione citata di cui all’art. 9, si rappresenta che nelle Premesse del Disciplinare (pag. 1) è esplicitato che: “(…) si hanno per automaticamente implementate nel presente Disciplinare, redatto ai sensi del citato Bando-tipo n. 1 le seguenti disposizioni: (…) il paragrafo 9 “Subappalto” non è conforme all’art. 1, co. 18, L. n. 55/2019 in quanto fino al 31 dicembre 2020 il limite massimo della quota subappaltabile è pari al 40% dell’importo complessivo del contratto. Devono, inoltre, ritenersi automaticamente sospese le clausole in cui si fa riferimento alla terna dei subappaltatori e ai controlli in sede di gara sui subappaltatori, stante la previsione dell’art. 1, comma 18, l. 55/2019;”.
    7. Come recentemente statuito dal Consiglio di Stato (Sez. III, 4 marzo 2020, n. 1603) “(...) il discrimen tra subappalto in senso proprio e mero subaffidamento va tracciato considerando il carattere accessorio o meno delle prestazioni affidate al sub-contraente, in quanto la disciplina di cui all’art. 105 del Codice non si applica unicamente alle prestazioni meramente strumentali e solo funzionalmente collegate con quelle oggetto del contratto (ma ad esso estranee), come tali qualificabili ai sensi del comma 2 del menzionato art. 105”. Il dato quantitativo richiamato nella domanda, pertanto, costituisce una soglia oltre la quale “comunque” è subappalto, ma al di sotto della quale il subappalto non può essere escluso, dipendendo in definitiva dal tipo di prestazione e dal suo carattere di accessorietà rispetto alla prestazione principale.
    8. Atteso che la prestazione dedotta nella presente procedura è quella assicurativa, per espletare la quale è necessario avere a disposizione un network di strutture sanitarie sul territorio, gli accordi intercorrenti utilizzati per il convenzionamento sono rimessi alla scelta del concorrente, purché garantiscano all’utenza quanto previsto dal servizio assicurativo.
    9. La Stazione Appaltante non ha ritenuto di predisporre un modello di offerta tecnica, lasciando al concorrente la disponibilità di strutturare il relativo documento, denominato “proposta tecnico-organizzativa”, che deve in primo luogo corrispondere ai criteri di valutazione indicati nella tabella di cui all’art. 17.1 del Disciplinare, con l’indicazione della specifica offerta/miglioria scelta tra quelle presenti nella colonna identificata dalla lettera “T”. Dev’esservi, inoltre, una breve relazione (non soggetta a punteggio) descrittiva del servizio.
    10. Non è prevista intermediazione da parte di un broker.
    14/05/2020 18:38
  3. 29/04/2020 19:19 - Con riferimento alla Procedura aperta per l’affidamento del servizio assicurativo di rimborso delle spese mediche in favore del personale del Politecnico di Bari - CIG 82624651D1, si prega di fornire le seguenti informazioni e chiarimenti:

    1. Atteso che nelle definizioni del Capitolato viene indicato che il contraente della polizza è “il Fondo Sanitario (Cassa di Assistenza), iscritto all’Anagrafe dei Fondi Sanitari, (…) che stipula la Polizza per conto dell’Associato” ed, inoltre, nella premessa viene indicato che “Le prestazioni oggetto della presente Assicurazione confluiranno all’interno del Fondo Sanitario (Cassa di Assistenza) (…) che la Compagnia dovrà garantire e con la quale il Politecnico dovrà stipulare apposito accordo”, si chiede conferma del fatto che la compagnia che intende partecipare a tale procedura può farlo in due modalità:
    - in forma singola
    - in forma associata (RTI/coassicurazione) con un’altra compagnia ma NON con un fondo che poi sarà contraente di polizza.
    In caso contrario, si prega di indicare.

    2. Qualora la Compagnia partecipi alla gara in forma singola, si chiede conferma del fatto che debba indicare in una semplice dichiarazione quale sarà la Cassa di assistenza che garantirà in caso di aggiudicazione dell’appalto. In caso contrario, si prega di chiarire se in sede di presentazione delle offerte NON debba essere indicata alcuna Cassa/Fondo. Inoltre, si chiede conferma del fatto che la Cassa che sarà eventualmente messa a disposizione dalla Compagnia NON debba produrre alcun documento/dichiarazione.

    3. Si chiede conferma del fatto che la Cassa/Fondo che sarà indicata quale contraente di polizza dalla Compagnia aggiudicataria possa effettuare la gestione dei sinistri e mettere a disposizione il call center ed il sito web per la gestione di tutto ma che la Compagnia NON debba per questo ricorrere all’istituto del subappalto in quanto il tutto sarà gestito da una Società/Cassa che sarà poi anche contraente della polizza. In caso contrario, si prega di chiarire nel dettaglio.


    1. Ferme le previsioni del Capitolato e nel Disciplinare di Gara, si rappresenta che il soggetto aggiudicatario resta comunque la Società assicuratrice; resta nella valutazione del concorrente la partecipazione in R.T.I. con altra Compagnia o Fondo Sanitario/Cassa di Assistenza.

    2. L’indicazione del Fondo Sanitario/Cassa Sanitaria contraente sarà effettuata dall’aggiudicatario. In fase di gara non è necessario produrre documentazione relativa al Fondo/Cassa, fermo restando che questa dovrà comunque essere in regola con la normativa vigente e a richiesta produrre le dichiarazioni del caso (i.e. tracciabilità flussi finanziari), con i conseguenti controlli da parte della Stazione Appaltante.

    3. L’operatore economico concorrente, singolo o RTI, viene valutato per le prestazioni dedotte nel Capitolato di gara che è chiamato ad assicurare.
    14/05/2020 18:49
  4. 05/05/2020 09:55 - 1. In relazione alla documentazione amministrativa da presentare e, in particolare, alla domanda di partecipazione che deve essere redatta in bollo, in considerazione dell’attuale situazione di emergenza sanitaria e delle conseguenti inconsuete modalità di lavoro agile attuate, si chiede cortese conferma che si possa procedere con l’assolvimento dell’apposizione del bollo in modalità telematica, attraverso apposito modello F23. A tal proposito si chiede, atresì, di voler gentilmente fornire i dati necessari per la compilazione del modello F23.

    2. Inoltre, si formulano le seguenti richieste di chiarimento/integrazioni:
    • importo e numero sinistri pagati e riservati degli ultimi 3 anni (2017/2018/2019) dettagliati per garanzia e per categorie assicurate (dipendenti e componenti nucleo famigliare) divisi tra prestazioni in forma diretta e indiretta;
    • importo sinistri anni 2017, 2018 e 2019 richiesto per singola garanzia;
    • specificare la voce “costo” dei sinistri pubblicati cosa comprende;
    • premio in corso e premi delle annualità precedenti (2017/2018/2019);
    • numero dei dipendenti assicurati e numero dei componenti del nucleo familiare che hanno aderito per ciascun anno dei sinistri pubblicati (2017/2018/2019);
    • premio pro capite 2017, 2018 e 2019;
    • compagnia in corso;
    • specificare se le condizioni previste nel Capitolato (al netto delle migliorie tecniche richieste) replicano le condizioni in corso e degli anni precedenti; se differenti fornire le CGA o in alternativa indicare le eventuali varianti inserite.


    1. In ordine all’assolvimento dell’imposta di bollo, e nel rispetto di quanto stabilito dal D.P.R. n. 642/1972, il pagamento potrà anche avvenire mediante modello F23, con specifica indicazione:
    - dei dati identificativi del concorrente (campo 4): in caso di soggetti di cui all’art. 45, co. 2, lett. d) ed e) del D.Lgs. n. 50/2016, i dati sono quelli della mandataria capogruppo o di una mandante/consorziata e in caso di soggetti di cui all’art. 45, co. 2, lett. b) ed c) del suddetto Decreto i dati sono quelli del consorzio o di una consorziata esecutrice;
    - dei dati identificativi della stazione appaltante (campo 5: Politecnico di Bari, Via Amendola 126/B - c.f. 93051590722);
    - del codice ufficio o ente (campo 6: TUE);
    - del codice tributo (campo 11: 456T);
    - della descrizione del pagamento (campo 12: “Imposta di bollo - Gara per il Servizio assicurativo di rimborso delle spese mediche del Politecnico di Bari - CIG 82624651D1”).
    A comprova del pagamento, la scansione della ricevuta dev’essere allegata all’istanza al momento della presentazione dell’offerta, inclusa nella Busta A. Per una corretta compilazione del modello F23, si indica il seguente link sul portale dell'Agenzia delle Entrate:
    https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/Strumenti/Codici+attivita+e+tributo/?pa%2520ge=strument

    2. Si forniscono appresso nel medesimo ordine, i chiarimenti richiesti:
    - nel ricordare  che la statistica sinistri fornita non fa riferimento al Capitolato posto a base di gara, bensì al capitolato contrattuale già in essere, che presenta prestazioni analoghe (inerenti cioè all’assicurazione sanitaria) ma non identiche a quelle della procedura in corso, in primis perché non esteso ai componenti del Nucleo Familiare, si evidenzia che nella reportistica a disposizione della Stazione Appaltante sono già indicati i diversi moduli con i relativi importi liquidati e riservati, con la distinzione tra prestazioni effettuate “in Rete” (cioè prestazioni effettuate in strutture convenzionate con la Compagnia), “Fuori Rete” (cioè prestazioni effettuate in strutture private non convenzionate con la Compagnia) e SSN;
    - si ritiene di avere risposto al trattino precedente;
    - la voce “costo” dei sinistri corrisponde alla somma del liquidato e del riservato;
    - i premi complessivamente pagati, al lordo delle regolazioni per la fluttuazione della consistenza numerica del personale, e al netto della quota di iscrizione alla Cassa di Assistenza, sono i seguenti:
    • dal 31.10.2017 al 31.10.2018, €128.755,13
    • dal 31.10.2018 al 31.10.2019, €121.764,07
    • dal 31.10.2019 al 30.04.2020, €60.934,50.
    - il numero dei dipendenti assicurati nelle annualità indicate è un dato intrinsecamente fluttuante a causa del susseguirsi di assunzioni e cessazioni, comunque compreso tra circa 570 del 31.10.2017 e i 533 da ultimo indicati quali beneficiari nella procedura in discorso. La copertura attualmente in essere non prevede l’estensione ai familiari, neanche su base volontaria.
    - il premio annuo pro-capite relativo al contratto in corso è pari a €230,04, inclusa la quota di iscrizione alla relativa Cassa, con la precisazione che il capitolato prestazionale è differente da quello dell’attuale procedura di gara. Tale premio è immutato dal 31.10.2017;
    - l’attuale Compagnia assicuratrice è Unisalute S.p.A.;
    - il capitolato prestazionale in corso è differente da quello dell’attuale procedura di gara: se ne rende disponibile il facsimile tra gli allegati, da cui trarre le differenze.
    14/05/2020 19:05
  5. 06/05/2020 16:09 - Si richiedono i seguenti chiarimenti:

    1. L’art. 28 “Rimessa in forma post-parto” del Capitolato prevede il ricorso esclusivo a strutture convenzionate. Ove non si disponesse nel network di centri benessere e/o termali (la garanzia pare essere destinata più ad esigenze di natura estetica/di benessere - attività motoria, massaggio adiposità localizzate, trattamento corpo, etc.- piuttosto che medico/cliniche), si chiede se rappresenti elemento ostativo alla partecipazione la disponibilità a prestare la garanzia in forma rimborsuale.

    2. Relativamente all’art. 29 “Assistenza infermieristica domiciliare” del Capitolato, si chiede conferma che la garanzia operi esclusivamente a rimborso. Si chiede inoltre se, per essere riconosciute, le prestazioni di assistenza infermieristica dovranno essere riferite ad eventi indennizzabili a termini di polizza.


    Si forniscono di seguito i richiesti chiarimenti:

    1. Anche ai fini dell’omogeneità del capitolato prestazionale dedotto in gara, non è possibile prevedere la prestazione della garanzia di cui all’art. 28 del Capitolato “Rimessa in forma post-parto” in forma rimborsuale.

    2. La prestazione assicurativa di cui all’art. 29 del Capitolato, “Assistenza infermieristica domiciliare”, opera esclusivamente a rimborso, per malattia o infortunio, con le sole esclusioni di quanto previsto dall’art. 35 dello stesso Capitolato.
    14/05/2020 19:26
  6. 06/05/2020 17:01 - Si prega di fornire le seguenti informazioni e chiarimenti:

    1. Con riferimento all’art. 14.2 “Documento di gara unico europeo” alla pag. 17 del Disciplinare, si chiede conferma del fatto che, atteso che si tratta di una gara telematica e che tutta la documentazione dovrà essere trasmessa in formato elettronico e con firma digitale, la dicitura “il DGUE (…) dovrà essere reso disponibile su adeguato supporto informatico da inserire all’interno della Busta A” sia un refuso e dunque NON sia necessario caricare il DGUE su un CD in quanto la busta A non esiste “fisicamente” e dunque basta caricare a sistema il documento firmato digitalmente.

    2. Con riferimento allo step 4 del caricamento della documentazione amministrativa, dell’offerta tecnica e dell’offerta economica, si prega di chiarire se la “Chiave personalizzata” consistente in una password, composta da 12 caratteri, necessaria per la criptazione della Busta telematica e del suo contenuto, sarà attribuita in automatico dal sistema all’operatore economico oppure debba essere indicata dall’operatore economico che la sceglie arbitrariamente.

    3. Con riferimento all’offerta tecnica, si chiede di chiarire cosa deve essere inserito nella busta telematica B.

    4. Con riferimento all’offerta economica, si chiede conferma del fatto che nel modulo di offerta non debbano essere indicati anche i costi della manodopera, ma solo quelli afferenti la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro.

    5. Con riferimento alle strutture sanitarie eventualmente richieste nella regione Puglia (criteri di valutazione n. 1 e 2 dell’offerta tecnica), si prega di chiarire se nel computo del numero delle diverse tipologie di strutture verranno considerate come singole strutture anche le sedi differenti di una strutture che abbiano la medesima ragione sociale (es. il poliambulatorio “XXX” con sede a Bari e il poliambulatorio “XXX” con sede a Barletta saranno considerati con due strutture distinte pur avendo stessa ragione sociale “XXX”). In caso contrario, si prega di indicare.


    Si forniscono di seguito i chiarimenti richiesti:

    1. Trattandosi di gara da svolgersi esclusivamente tramite l’applicativo “TuttoGare”, come precisato nell’art. 12 del Disciplinare, non vi sono buste fisiche al cui interno inserire materialmente documenti, su qualsivoglia supporto. L’inserimento, vale a dire l’allegazione, dei documenti nelle buste (virtuali) avviene pertanto come stabilito dagli artt. 14, 15 e 16, nei rispettivi paragrafi “Modalità di presentazione delle buste…”.

    2. Con riferimento allo step 4 del caricamento della documentazione amministrativa, dell’offerta tecnica e dell’offerta economica, si precisa che la “Chiave personalizzata” consistente in una password, composta da 12 caratteri, necessaria per la criptazione della Busta telematica e del suo contenuto, sarà indicata dall’operatore economico.

    3. A mente dell’art. 15 del Disciplinare, il contenuto della Busta B è “”il progetto tecnico dei servizi offerti, con apposita relazione di accompagnamento”.

    4. Si precisa che per un refuso, a pag. 25 del Disciplinare, non è stata riportata la disciplina corretta, che invece si riporta appresso: “Il concorrente dovrà indicare i propri costi della manodopera e gli oneri aziendali concernenti l’adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro di cui all’art. 95, co. 10 del Codice.Il servizio assicurativo, difatti, per la corrente giurisprudenza amministrativa (TAR Lazio, n. 11287/2019; TAR Lazio, n. 11717/2018) non può considerarsi come avente natura intellettuale. Si ricorda che è pertanto necessario utilizzare il Modello All. 5 – MODIFICATO.

    5. Ai fini del computo della numerosità delle strutture sul territorio (art. 17.1 del Disciplinare, Tabella dei criteri di valutazione dell’offerta tecnica, criteri nn. 1 e 2), nell’ambito della procedura in discorso si considerano a sé stanti anche le strutture aventi la medesima ragione sociale ma sedi differenti.
    14/05/2020 19:35
  7. 06/05/2020 17:33 - Si chiede conferma del fatto che per l’assolvimento dell’imposta di bollo sul modulo domanda di partecipazione si possa procedere nel seguente modo: acquisto di marca da bollo che poi sarà annullata ed apposta su un foglio bianco con l’indicazione della gara e del lotto al quale si partecipa in quanto in questo momento di grande crisi sanitaria la maggior parte delle compagnie sono chiuse e i dipendenti lavorano in smart working quindi essendo sprovvisti di stampante, risulta difficoltoso stampare moduli apporre marca da bollo, scannerizzare documento ed, infine apporre firma digitale.

    In ordine all’assolvimento dell’imposta di bollo, e nel rispetto di quanto stabilito dal D.P.R. n. 642/1972, il pagamento potrà anche avvenire mediante modello F23, con specifica indicazione:
    - dei dati identificativi del concorrente (campo 4); in caso di soggetti di cui all’art. 45, co. 2, lett. d) ed e) del D.Lgs. n. 50/2016 i dati sono quelli della mandataria capogruppo o di una mandante/consorziata e in caso di soggetti di cui all’art. 45, co. 2, lett. b) ed c) del suddetto Decreto i dati sono quelli del consorzio o di una consorziata esecutrice;
    - dei dati identificativi della stazione appaltante (campo 5: Politecnico di Bari, Via Amendola 126/B - c.f. 93051590722);
    - del codice ufficio o ente (campo 6: TUE);
    - del codice tributo (campo 11: 456T);
    - della descrizione del pagamento (campo 12: “Imposta di bollo - Gara per il Servizio assicurativo di rimborso delle spese mediche del Politecnico di Bari - CIG 82624651D1”).
    A comprova del pagamento, la scansione della ricevuta dev’essere allegata all’istanza al momento della presentazione dell’offerta, inclusa nella Busta A.
    Per una corretta compilazione del modello F23, si indica il seguente link sul portale dell'Agenzia delle Entrate: https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/Strumenti/Codici+attivita+e+tributo/?pa%2520ge=strument
    14/05/2020 19:39
  8. 07/05/2020 09:18 - Si formulano alcune richieste di chiarimento:

    1. In relazione alla Tabella dei criteri di valutazione dell’offerta tecnica dichiarati sul Disciplinare di Gara: “Numero complessivo alla data di scadenza del presente bando dei convenzionamenti diretti in Puglia: centri odontoiatrici/odontoiatri.”, si chiede cortese chiarimento se il numero complessivo dei convenzionamenti diretti si basa sul conteggio dei soli centri odontoiatrici (strutture) o dei singoli medici odontoiatri convenzionati presso i centri.

    2. In merito al Capitolato Tecnico di Gara:
    a. Art. 6 - Estensione ai componenti del Nucleo familiare:
    - si chiede conferma che la comunicazione verso la Società, dell’adesione volontaria del dipendente ad estendere la copertura al familiare, sia in carico al Politecnico di Bari;
    - si chiede, altresì, di conoscere quali sono le numeriche dei familiari aderenti su base volontaria.
    b. Sezione B - Oggetto dell’Assicurazione: si chiede conferma che il massimale annuo assicurato per beneficiario s’intende per ogni singola testa aderente.
    c. Art. 20 - Visite specialistiche e accertamenti diagnostici: si chiede conferma che tali prestazioni non siano riconosciute fuori rete.
    d. Art. 31 - Stato di non autosufficienza temporaneo e Art. 32 - Stato di non autosufficienza permanente: si chiede di voler confermare se è richiesta la centrale operativa h24 7/7.
    e. Art. 33 - Pacchetto prevenzione:
    - si chiede conferma del fatto che l’assicurato possa richiedere di effettuare anche solamente una parte delle prestazioni presenti in elenco in un'unica soluzione;
    - nei pacchetti di prevenzione, per gli uomini: PSA (specifico antigene prostatico) e per le donne: pap-test, esame mammografico, non viene esplicitato il limite di età come per gli altri due: ecodoppler arti inferiori e ecotomografia addome completo solo a partire dai 55 anni. SI chiede conferma se bisogna considerare per questi esami dei limiti di età.


    Si forniscono di seguito i richiesti chiarimenti:

    1. In relazione alla Tabella dei criteri di valutazione dell’Offerta Tecnica, nell’ambito dell’art. 17.1 del Disciplinare, criterio 1: “Numero complessivo alla data di scadenza del presente bando dei convenzionamenti diretti in Puglia: centri odontoiatrici/odontoiatri.”, si precisa che il numero complessivo dei convenzionamenti diretti si basa sul conteggio dei singoli medici odontoiatri convenzionati.

    2.In merito al Capitolato Tecnico di Gara:
    a. Art. 6 - Estensione ai componenti del Nucleo familiare: 
    si precisa che la comunicazione, verso la Società, dell’adesione volontaria del Dipendente a estendere la copertura al familiare, è in carico al medesimo dipendente, in base alle procedure comunicate dalla Compagnia;
    - si precisa che non sono note le numeriche dei familiari aderenti su base volontaria.
    b. Sezione B - Oggetto dell’Assicurazione: si conferma che il massimale annuo assicurato per beneficiario s’intende per singola testa aderente.
    c. Art. 20 - Visite specialistiche e accertamenti diagnostici: si precisa che tali prestazioni sono riconosciute esclusivamente presso strutture convenzionate con la Compagnia o presso strutture del S.S.N.; in tale ultimo caso, avrà luogo il rimborso integrale del ticket.
    d. Art. 31 - Stato di non autosufficienza temporaneo e Art. 32 - Stato di non autosufficienza permanente: si precisa che non è richiesta una centrale operativa h24 7/7.
    e. Art. 33 - Pacchetto prevenzione:
    - si conferma che l’assicurato possa richiedere di effettuare anche solamente una parte delle prestazioni presenti in elenco, purché in un'unica soluzione, una volta l’anno;
    - si precisa che nei pacchetti di prevenzione, non vi sono limiti di età per le seguenti prestazioni:
    • per gli uomini: PSA (specifico antigene prostatico)
    • per le donne: pap-test, esame mammografico.
    che pertanto devono venire eseguiti indipendentemente dall’età.
    14/05/2020 19:55
  9. 07/05/2020 10:21 - Si chiede di voler fornire i seguenti chiarimenti:

    OFFERTA ECONOMICA
    1. A pag. 2 si legge: “Ribasso percentuale sul premio pro-capite annuo lordo non superiore a € 275,00, imposte comprese:
    In cifre, € …
    In lettere, Euro …
    ”.
     Si chiede conferma che le indicazioni di “” ed “Euro” siano da considerarsi refusi, in quanto questi spazi vanno compilati inserendo non un importo, bensì la percentuale di ribasso sul premio pro-capite annuo lordo (pari a €275,00).  

    DISCIPLINARE
    2. A pag. 16, art. 14.1 “Domanda di partecipazione”, si legge: “La domanda di partecipazione è redatta, in bollo, preferibilmente secondo il modello di cui all’All.1”. Si chiede a Codesta Stazione Appaltante se l’assolvimento dell’imposta di bollo possa avvenire mediante l’utilizzo del modello F23. In caso di risposta affermativa, si chiede all’Amministrazione di predisporre il modello F23 e allegarlo alla documentazione di gara o, in alternativa, di specificare il contenuto, i dati e i riferimenti per predisporre il suddetto modello.

    3. A pag. 25, art. 16 “Contenuto della Busta C – Offerta economica”, nelle “Modalità di presentazione Busta “C - offerta economica e temporale””, si chiede conferma che la dicitura “Per effettuare l‘upload dell’offerta tecnica sarà necessario […]” presenti un refuso, in quanto nella Busta C va caricata l’offerta economica e non l’offerta tecnica, la quale andrà inserita invece nella Busta B (come indicato all’art. 15, “Contenuto della Busta B – Offerta tecnica”).

    4. A pag. 28, art. 17.1 “Criteri di valutazione dell’offerta tecnica”, per il criterio 8 si legge: “Art. 21 “Trattamenti fisioterapici riabilitativi a seguito di infortunio”: riduzione/eliminazione Scoperto. Prestazione minima di Capitolato: applicazione Scoperto del 20% con il minimo di €100 per ogni prestazione/ciclo di terapia.
    • nessun miglioramento = punti 0
    • riduzione Scoperto al 10%, con il minimo di €50 per ogni prestazione/ciclo di terapia = punti 1
    • eliminazione Scoperto = punti 2”.
    Si chiede conferma che l’opzione “eliminazione scoperto” significhi azzerare lo scoperto del 20% e mantenere il minimo non indennizzabile di €100, che diventa quindi una franchigia fissa.

    5. A pag. 28, art. 17.1 “Criteri di valutazione dell’offerta tecnica”, per il criterio 11 si legge: “Art. 22 “Protesi ortopediche e acustiche”: riduzione/eliminazione Scoperto. Prestazione minima di Capitolato: applicazione di Scoperto del 20%
    • nessuna riduzione = punti 0
    • riduzione Scoperto al 10% = punti 1
    • eliminazione Scoperto = punti 2”.
    Poiché la condizione minima di Capitolato prevede rimborso con scoperto 20% e il minimo non indennizzabile di €50 per fattura/persona (come riportato nell’art. 22 del Capitolato), si chiede conferma che il minimo non indennizzabile rimanga valido e pari a €50 sia nel caso di offerta dell’opzione “riduzione scoperto al 10%”, sia nel caso di offerta dell’opzione “eliminazione scoperto”.

    6. A pag. 29 art. 17.1 “CRITERI DI VALUTAZIONE DELL’OFFERTA TECNICA”, per il criterio 13 si legge: “Art. 24 “Prestazioni odontoiatriche: terapie conservative, ortodonzia, protesi”: riduzione/eliminazione Scoperto.Prestazione minima di Capitolato: applicazione Scoperto del 20% se Struttura convenzionata e del 30% se Struttura non convenzionata, per ogni prestazione/ciclo di terapia.
    • nessuna riduzione = punti 0
    • riduzione Scoperto al 10% (convenzionata) e al 20% (non convenzionata) = punti 1
    • eliminazione Scoperto (convenzionata) e al 10% (non convenzionata) = punti 2”.

    Poiché la condizione minima di Capitolato prevede rimborso in strutture non convenzionate con scoperto 30% e minimo non indennizzabile di € 100 per prestazione/ciclo di terapia (come riportato nell’art. 24 del Capitolato), si chiede conferma che nelle strutture non convenzionate il minimo non indennizzabile rimanga valido e pari a € 100 sia nel caso di offerta dell’opzione “riduzione Scoperto al 10% (convenzionata) e al 20% (non convenzionata)”, sia nel caso di offerta dell’opzione “eliminazione Scoperto (convenzionata) e al 10% (non convenzionata)”.

    7. A pag. 29, art. 17.1 “Criteri di valutazione dell’offerta tecnica”, per il criterio 18 si legge: “Art. 27 “Pacchetto maternità”: riduzione/eliminazione Scoperto.Prestazione minima di Capitolato: applicazione Scoperto del 20% se Struttura non convenzionata.
    • nessuna riduzione = punti 0
    • riduzione Scoperto al 10% (Struttura non convenzionata) = punti 2
    • eliminazione Scoperto (Struttura convenzionata) = punti 4”.
    Essendo previsto lo scoperto del 20% solo in strutture non convenzionate (come indicato all’art. 27 del Capitolato), si chiede conferma che la dicitura “eliminazione Scoperto (Struttura convenzionata)” presenti un refuso, e che si intendesse invece “eliminazione Scoperto (Struttura non convenzionata)”.

    8. Il premio dell’estensione dell’assicurazione ai componenti del Nucleo Familiare è a carico del titolare ad adesione volontaria, contrariamente alla copertura per i PTA, bibliotecario e docente, formulata su base collettiva, finanziata da risorse stanziate interamente dalla stazione appaltante. Ciononostante, il premio per la suddetta estensione ai componenti del Nucleo Familiare concorre in misura rilevante alla formazione del punteggio dell’offerta (come si evince, a pag. 30 del Disciplinare, dalla Tabella dei criteri di valutazione dell’offerta tecnica al Criterio n. 24, 10 punti su 80 complessivi). Inoltre, pur essendo tale premio pagato dal singolo dipendente, per il principio della mutualità del rischio, concorrerà alla determinazione dell’andamento del piano pagato dal Politecnico di Bari (cioè la copertura per personale tecnico, amministrativo, bibliotecario e personale docente). Alla luce di quanto evidenziato, al fine di non discriminare i dipendenti senza nucleo familiare, e per non togliere risorse alla copertura collettiva (inducendo i concorrenti a presentare offerte meno vantaggiose, con prestazioni inferiori rispetto a quelle che si potrebbero offrire se si considerasse la sola copertura collettiva), chiediamo conferma che l’intenzione dell’Ente fosse quella di definire il “nucleo familiare” come i coniugi e i figli, entrambi da stato di famiglia.

    CAPITOLATO
    9. Per quanto riguarda le prestazioni previste all’art. 19 “Alta Specializzazione” si chiede conferma che, analogamente a quanto previsto all’art. 20 “Visite specialistiche e accertamenti diagnostici”, debbano essere accompagnate da prescrizione medica contenente il quesito diagnostico o la patologia che ha reso necessaria la prestazione stessa.

    10. A pag. 8, art. 24 “Prestazioni odontoiatriche: terapie conservative, ortodonzia, protesi” si legge: “Nel caso in cui le prestazioni siano effettuate presso Strutture non convenzionate con la Società, avrà luogo il rimborso delle spese sostenute, con applicazione di uno Scoperto del 30% (trentapercento) con il minimo di €100,00 (Euro cento/00) per ogni prestazione/ciclo di terapia.”. Si chiede conferma che la dicitura “con il minimo di €100,00 (Euro cento/00) per ogni prestazione/ciclo di terapia” rappresenti un refuso, e che si intendesse invece “con il minimo di €100,00 (Euro cento/00) per ogni fattura/persona”.

    11. A pag. 9, art. 26 “Lenti e/o lenti a contatto (escluse montature)” si legge: “Sono comprese nell’Assicurazione le spese per lenti e/o lenti a contatto, […]. Il massimale annuo assicurato corrisponde a €150,00 (Euro centocinquanta/00) per Beneficiario, con una Franchigia di €50,00 (Euro cinquanta/00)”. Si chiede conferma che la franchigia di € 50 si intenda per ogni fattura/persona.

    12. A pag. 12, art. 35 “Esclusioni dall’assicurazione” si legge: “[…], l’Assicurazione non è operante per: […]; c. le protesi dentarie, la cura delle parodontopatie, le cure dentarie e gli accertamenti odontoiatrici (salvo quanto non esplicitamente previsto sopra)”. Si chiede conferma che la dicitura “salvo quanto non esplicitamente previsto sopra” rappresenti un refuso, e si intendesse invece “salvo quanto esplicitamente previsto sopra”, cioè quanto previsto nel Capitolato.

    13. A pag. 8, art. 25 “Prestazioni odontoiatriche: interventi odontoiatrici extraricovero” si legge “Sono compresi nell’Assicurazione gli interventi chirurgici conseguenti alle seguenti patologie, […]: a. adamantinoma b. ascesso dentario in presenza di strumento endodontico nel lume canalare c. cisti follicolari o radicolari d. odontoma e. rimozione di impianto dislocato all’interno del seno mascellare”. Si chiede conferma che, per una corretta valutazione delle patologie di cui sopra, debba essere richiesta idonea documentazione sanitaria consistente in: radiografie e referti radiologici per rimozione d'impianto dislocato nel seno mascellare e ascesso dentario in presenza di strumento endodontico nel lume canalare, rilasciati da Medico Chirurgo specialista in Radiodiagnostica; radiografie, referti radiologici rilasciati da Medico Chirurgo specialista in Radiodiagnostica e referti istologici rilasciati da Medico Chirurgo specialista in Anatomia Patologica, per cisti follicolari e cisti radicolari, adamantinoma, odontoma.

    14. Con riferimento agli artt. 31 “Stato di non autosufficienza temporaneo” e 32 “Stato di non autosufficienza permanente”, a pag. 10 e seguenti, si chiede conferma che con “stato di non autosufficienza permanente” si intenda una situazione di salute dell’Assicurato giudicata irreversibile e consolidata, di norma suscettibile solo di ulteriore aggravamento e che con “stato di non autosufficienza temporaneo” si intenda una situazione giudicata non permanente o consolidata.In merito agli “atti ordinari della vita” si chiede conferma che:
    - con “spostarsi” si intenda la capacità di muoversi da una stanza ad un’altra all’interno della residenza abituale, anche con utilizzo di ogni tipo di ausilio;
    - con “lavarsi” si intenda la capacità di soddisfare un livello di igiene corporea conforme alle norme abituali cioè di lavare la parte alta e bassa del corpo;
    - con “vestirsi” si intenda la capacità di mettere o togliere i propri vestiti o qualsiasi protesi ortopedica portata abitualmente;
    - con “nutrirsi” si intenda la capacità di consumare cibo già cucinato e reso disponibile ovvero di essere in grado di portare gli alimenti alla bocca e di inghiottire.
    Si chiede conferma inoltre che l’assicurazione non operi per le conseguenze di: malattie mentali, disturbi psichici e del comportamento in genere, compresi i comportamenti nevrotici, psicosi, depressioni e loro conseguenze; malattie/infortuni correlate all’abuso di alcool, nonché quelli conseguenti all’uso non terapeutico di stupefacenti, allucinogeni, sostanze psicotrope e simili; infortuni derivanti dalla pratica di sport estremi e pericolosi, quali ad esempio gli sport aerei, motoristici, automobilistici, il free-climbing, il rafting, l’alpinismo estremo, nonché dalla partecipazione a gare e prove di allenamento, siano esse ufficiali o meno.
    Con riferimento all’articolo 31 “Stato di non autosufficienza temporaneo” si chiede infine per quanti mesi si intenda corrisposta la somma assicurata prevista nel caso di non autosufficienza temporanea.


    Si forniscono di seguito i richiesti chiarimenti:

    OFFERTA ECONOMICA
    1. In riferimento al modello All. 5 - “Offerta economica”, nel primo riquadro destinato all’offerta i simboli “€” ed “Euro” sono da considerarsi refusi, in quanto tali spazi vanno compilati inserendo non un importo, bensì la percentuale di ribasso sul premio pro-capite annuo lordo posto a base di gara.
    Si ricorda che è necessario utilizzare il Modello All. 5 – MODIFICATO.

    DISCIPLINARE
    2. In ordine all’assolvimento dell’imposta di bollo, e nel rispetto di quanto stabilito dal D.P.R. n. 642/1972, il pagamento potrà anche avvenire mediante modello F23, con specifica indicazione: - dei dati identificativi del concorrente (campo 4); in caso di soggetti di cui all’art. 45, comma 2, lett. d) ed e) del d. lgs. n. 50/2016 i dati sono quelli della mandataria capogruppo o di una mandante/consorziata e in caso di soggetti di cui all’art. 45, comma 2, lett. b) ed c) del suddetto decreto i dati sono quelli del consorzio o di una consorziata esecutrice; - dei dati identificativi della stazione appaltante (campo 5: Politecnico di Bari, Via Amendola 126/B - c.f. 93051590722); - del codice ufficio o ente (campo 6: TUE); - del codice tributo (campo 11: 456T) - della descrizione del pagamento (campo 12: “Imposta di bollo - Gara per il Servizio assicurativo di rimborso delle spese mediche del Politecnico di Bari - CIG 82624651D1”). A comprova del pagamento, la scansione della ricevuta dev’essere allegata all’istanza al momento della presentazione dell’offerta, inclusa nella Busta A. Per una corretta compilazione del modello F23, si indica il seguente link sul portale dell'Agenzia delle Entrate: https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/Strumenti/Codici+attivita+e+tributo/?pa%2520ge=strument

    3. A pag. 25, art. 16 “Contenuto della Busta C - Offerta economica”, del Disciplinare, nelle “Modalità di presentazione Busta “C - Offerta economica e temporale””, si conferma che la dicitura “Per effettuare l‘upload dell’offerta tecnica sarà necessario […]presenta un refuso, in quanto nella Busta C va caricata l’offerta economica e non l’offerta tecnica, la quale andrà inserita invece nella busta B (come indicato all’art. 15 “Contenuto della Busta B - Offerta tecnica”).

    4. In merito all’art. 17.1 “Criteri di valutazione dell’Offerta tecnica” del Disciplinare: in riferimento al criterio 8 e all’art. 21 del Capitolato, “Trattamenti fisioterapici riabilitativi a seguito di infortunio”: riduzione/eliminazione Scoperto, si precisa che la terza opzione “eliminazione dello scoperto” sia da intendersi scoperto 0% ed eliminazione del minimo non indennizzabile per ogni prestazione/ciclo di terapia.

    5. In merito all’art. 17.1 “Criteri di valutazione dell’offerta tecnica” del Disciplinare: in riferimento al criterio 11 e all’art. 22 “Protesi ortopediche e acustiche” del Capitolato: riduzione/eliminazione Scoperto, si conferma che per tutte e tre le opzioni di scelta, il minimo non indennizzabile rimane pari a €50,00.

    6. In merito all’art. 17.1 “Criteri di valutazione dell’offerta tecnica” del Disciplinare: in riferimento al criterio 13 e all’art. 24 “Prestazioni odontoiatriche: terapie conservative, ortodonzia, protesi” del Capitolato: riduzione/eliminazione Scoperto, si conferma che per le opzioni il minimo di €100 per ogni prestazione/ciclo di terapia, in caso di strutture non convenzionate rimane invariato.

    7. A pag. 29, art. 17.1 “Criteri di valutazione dell’Offerta tecnica”, del Disciplinare, per il criterio 18 si legge: “Art. 27 “Pacchetto maternità”: riduzione/eliminazione Scoperto.Si conferma che, essendo previsto lo scoperto del 20% solo in strutture non convenzionate (come indicato all’art. 27 del Capitolato), la dicitura “eliminazione Scoperto (Struttura convenzionata)presenta un refuso e s’intende invece “eliminazione Scoperto (Struttura non convenzionata)”.
    Pertanto, le modalità di attribuzione del criterio 18 vanno così lette:
    •  nessuna riduzione = punti 0
    •  riduzione Scoperto al 10% (Struttura non convenzionata) = punti 2
    •  eliminazione Scoperto (Struttura non convenzionata) = punti 4.
    8. In conformità con quanto indicato nelle Definizioni del Capitolato, “Nucleo Familiare” è l’insieme dei soggetti come disciplinato dall’art. 3, D.P.C.M. n. 159/2013.

    CAPITOLATO
    9. Per quanto riguarda le prestazioni previste all’art. 19 “Alta specializzazione” del Capitolato, si conferma che, analogamente a quanto previsto all’art. 20 “Visite specialistiche e accertamenti diagnostici”, è possibile richiedere al beneficiario la presentazione di una prescrizione medica contenente il quesito diagnostico o la patologia che ha reso necessaria la prestazione stessa.

    10. A pag. 8, art. 24 “Prestazioni odontoiatriche: terapie conservative, ortodonzia, protesi” del Capitolato, si intende che, nel caso in cui le prestazioni siano effettuate presso Strutture non convenzionate con la Società, il minimo non indennizzabile sia di €100 per ogni prestazione fatturata/persona.

    11. A pag. 9, art. 26 “Lenti e/o lenti a contatto (escluse montature)” del Capitolato, si intende che il minimo non indennizzabile (franchigia) sia per ogni prestazione fatturata/persona.

    12. A pag. 12, art. 35 “Esclusioni dall’assicurazione”, del Capitolato, si conferma che la dicitura corretta è “[…] (salvo quanto esplicitamente previsto sopra)”, eliminando “non”. Vale a dire, “salvo quanto altrove esplicitamente previsto nel Capitolato”.

    13. A pag. 8, art. 25 “Prestazioni odontoiatriche: interventi odontoiatrici extraricovero” del Capitolato, si precisa che, per una corretta valutazione delle patologie di cui sopra, è possibile che la Compagnia chieda al beneficiario la presentazione di idonea documentazione sanitaria, purché nei margini di ragionevolezza, rapidità e non vessatorietà.

    14. Con riferimento agli artt. 31 “Stato di non autosufficienza temporaneo” e 32 “Stato di non autosufficienza permanente”, a pag. 10 e seguenti del Capitolato, si conferma che con “stato di non autosufficienza permanente” si intende una situazione di salute dell’Assicurato giudicata irreversibile e consolidata, di norma suscettibile solo di ulteriore aggravamento e che con “stato di non autosufficienza temporaneo” si intende una situazione giudicata non permanente o consolidata.
    In merito agli “atti ordinari della vita” si conferma che:
    - con “spostarsi” si intende la capacità di muoversi da una stanza a un’altra all’interno della residenza abituale, anche con utilizzo di ogni tipo di ausilio;
    - con “lavarsi” si intende la capacità di soddisfare un livello di igiene corporea conforme alle norme abituali cioè di lavare la parte alta e bassa del corpo;
    - con “vestirsi” si intende la capacità di mettere o togliere i propri vestiti o qualsiasi protesi ortopedica portata abitualmente;
    - con “nutrirsi” si intende la capacità di consumare cibo già cucinato e reso disponibile ovvero di essere in grado di portare gli alimenti alla bocca e di inghiottire.
    Per quanto riguarda le esclusioni, anche per quanto riguarda questa copertura opera l’art. 35 del Capitolato.
    Con riferimento all’art. 31 “Stato di non autosufficienza temporaneo” del Capitolato, si precisa che non è previsto un numero massimo di mesi per tale copertura.
    14/05/2020 20:29
  10. 07/05/2020 11:28 - Si richiedono i seguenti chiarimenti:

    1. Nel modello All. 5 di Offerta Economica è previsto lo spazio per l’indicazione dei costi aziendali della sicurezza. A pag. 25 del Disciplinare invece è previsto che il concorrente non dovrà indicare la stima dei costi aziendali relativi alla salute e alla sicurezza di cui all’art. 95, co. 10 del Codice, perché l’oggetto del contratto è un servizio di natura intellettuale. Si chiede quindi conferma che nell’offerta economica non vadano inseriti i costi relativi alla sicurezza e neppure quelli della manodopera in quanto trattandosi di servizi aventi natura prettamente intellettuale non trova applicazione quanto stabilito all’art. 95, comma 10, del Codice Appalti.

    2. Si chiede conferma che non sia stato predisposto da parte della Stazione Appaltante un modello di offerta tecnica da compilare. Nel caso non vi sia un modello, si chiede conferma che l’offerta tecnica che il concorrente dovrà presentare consista in un documento che risponda ai criteri di valutazione indicati nella tabella di cui al paragrafo 17.1 del Disciplinare con l’indicazione della specifica offerta\miglioria scelta tra quelle presenti nella colonna identificata dalla lettera “T”. Si chiede altresì se si debba anche allegare una breve relazione descrittiva del servizio e se tale relazione sia soggetta a punteggio.

    3. Si chiede conferma l’indicazione del Fondo Sanitario\Cassa Sanitaria contraente sarà effettuata dall’aggiudicatario dalla gara e che, quindi, in fase di gara non serva produrre documentazione relativa al Fondo\Cassa.

    4. Si chiede l’indicazione dell’attuale Compagnia Assicurativa con la quale il Politecnico Bari gode della polizza sanitaria e il relativo testo di polizza in corso. Se tali dettagli non fossero disponibili, si chiede di ricevere le eventuali differenze delle condizioni di polizza tra quelle contenute nel Capitolato in corso e quelle fornite da Capitolato Tecnico della copertura sanitaria disciplinata dalla presente gara.

    5. Si chiede conferma che la copertura operi obbligatoriamente in favore del personale dirigente, tecnico, amministrativo e bibliotecario, a tempo determinato e indeterminato, nonché per il personale docente a tempo determinato e indeterminato, in servizio presso il Politecnico di Bari, ed operi facoltativamente per i componenti del nucleo familiare dei dipendenti del Politecnico. In alternativa, si chiede di fornire l’interpretazione corretta.

    6. Si chiede di fornire la data di decorrenza e la data di scadenza dell’attuale polizza in corso.

    7. In merito all’art. 17.1 “Criteri di valutazione dell’offerta tecnica” ed in riferimento al criterio n. 24 relativo all’estensione dell’Assicurazione ai componenti del Nucleo Familiare del Dipendente del Politecnico:
    - si chiede se dovrà essere valutato un premio a nucleo, indipendentemente dal numero dei componenti, o un premio pro capite per ciascun componente del nucleo che aderirà volontariamente alla polizza.Ad esempio, ipotizzando che si offra il medesimo premio del Titolare ossia €275 e che il Titolare estenda la sua copertura al coniuge e ad 1 figlio, l’importo complessivo da pagare sarà pari a €550,00 = €275,00 + €275,00 o sarà pari a €825,00 = €275,00 + €275,00 + €275,00. In merito, si chiede quale delle due interpretazioni sia corretta o in alternativa di fornirne quella esatta;
    - si chiede di indicare la definizione di nucleo familiare;
    - si chiede conferma che, ipotizzando venga scelta la miglioria “SÌ, con premio pro-capite annuo scontato del 30% rispetto a quello offerto dalla Società per il Dipendente del Politecnico = punti 4”, il premio corrispettivo sia pari a €192,50, ossia il 30% di €275,00;
    - si chiede se la polizza in corso preveda già l’estensione dell’Assicurazione ai componenti del Nucleo Familiare del Dipendente del Politecnico. In caso affermativo, si chiede di fornire il relativo premio in corso.

    8. Si chiede di indicare il premio in corso in favore del personale dirigente, tecnico, amministrativo e bibliotecario, a tempo determinato e indeterminato, nonché per il personale docente a tempo determinato e indeterminato, in servizio presso il Politecnico di Bari.

    9. In merito all’art. 3 “Oggetto dell’appalto, importo e suddivisione in lotti”:
    - si chiede se il premio pro capite a base d’asta pari a €275,00, sia lordo o netto;
    - si chiede conferma che il premio pro capite a base d’asta pari a €275,00 sia il medesimo per tutto il personale dipendente del Politecnico di Bari, ossia del personale dirigente, tecnico, amministrativo e bibliotecario, a tempo determinato e indeterminato, nonché per il personale docente a tempo determinato e indeterminato che sia l’unico importo soggetto a ribasso;
    - si chiede conferma che la durata contrattuale sia 36 mesi per un valore complessivo di €439.725,00 = €275 * 533 dipendenti del Politecnico di Bari;
    - si chiede conferma che è previsto il rinnovo contrattuale per ulteriori 36 mesi per un importo complessivo €439.725,00;
    - si chiede conferma che sia prevista una proroga tecnica di 180 giorni per un valore complessivo di €73.287,50;
    - si chiede conferma che il valore massimo stimato dell’appalto pari a €952.737,50 € sia dato dalla somma dei precedenti punti;
    - si chiede se gli importi complessivi di cui a i punti precedenti siano lordi o netti.

    10. Si chiede se il valore complessivo dell’appalto su 36 mesi pari a €439.725,00, sia lordo o netto.

    11. Si chiede l’indicazione della numerosità relativa alle ultime tre annualità:
    - in favore del personale dirigente, tecnico, amministrativo e bibliotecario, a tempo determinato e indeterminato;
    - in favore del personale docente a tempo determinato e indeterminato.
    Se tale dettaglio non fosse disponibile, si chiede di fornire la numerosità complessiva delle categorie di cui sopra.

    12. In merito all’allegato “tabella-riepilogativa-personale-politecnico-di-bari”, si chiede conferma che la numerosità complessiva pari a 533 sia la numerosità da assicurare. In particolare, si chiede se tale numerosità corrisponda al solo personale dirigente, tecnico, amministrativo e bibliotecario, a tempo determinato e indeterminato, nonché per il personale docente a tempo determinato e indeterminato, in servizio presso il Politecnico di Bari, escluso i componenti del nucleo familiare del Dipendente del Politecnico.

    13. Si chiede, se disponibile, l’indicazione della numerosità relativa ai componenti del nucleo familiare del Dipendente del Politecnico relativa alle ultime tre annualità. In alternativa si chiede di fornire la numerosità attuale.

    14. Si chiede, se disponibile, l’indicazione della numerosità relativa ai componenti del nucleo familiare del Dipendente del Politecnico per le tre annualità da assicurare.

    15. In riferimento agli allegati “politecnico-di-bari-sinistri-2016-2017-e-2017-2018-al-31gen2020” e “politecnico-di-bari-sinistri-2018-2019-e-2019-2020-al-31gen2020”:
    - si chiede conferma che la statistica sinistri sia riferita al solo personale dirigente, tecnico, amministrativo e bibliotecario, a tempo determinato e indeterminato, nonché per il personale docente a tempo determinato e indeterminato, in servizio presso il Politecnico di Bari. In alternativa si chiede di fornire l’interpretazione corretta;
    - si chiede conferma che la data di aggiornamento della statistica sinistri sia il 31/01/2020;
    - si chiede cosa si intenda per Spese sanitarie varie;
    - si chiede, se possibile, di fornire il dettaglio delle medesime statistiche distinti per ciascuna garanzia, così come previste dagli articoli riportati nella SEZIONE B – OGGETTO DELL’ASSICURAZIONE del Capitolato Speciale, distinti tra sinistri erogati presso strutture convenzionate, sinistri rimborsati in regime rimborsuale presso strutture non convenzionate e sinistri rimborsati mediante tickets sanitari;
    - si chiede conferma che il premio di competenza per ciascuna annualità sia netto;
    - in merito alla statistica sinistri della Prevenzione, si chiede se sia riferita all’art. 23 “Prestazioni odontoiatriche: prevenzione (solo convenzionamento diretto)” del Capitolato Speciale o all’art. 33 “Pacchetto prevenzione (solo in convenzionamento diretto)” del Capitolato Speciale;
    - in merito alla statistica sinistri Odontoiatria, si chiede se sia riferita all’insieme degli artt. 23 “Prestazioni odontoiatriche: prevenzione (solo convenzionamento diretto)”, art. 24 “Prestazioni odontoiatriche: terapie conservative, ortodonzia, protesi”, art. 25 “Prestazioni odontoiatriche: interventi odontoiatrici extraricovero” del Capitolato Speciale o sia riferita ad una particolare di esse. In caso affermativo, si chiede di indicare l’articolo di riferimento.

    16. In riferimento all’“All. 5 - Offerta economica”:
    - si chiede conferma che debba essere indicata la percentuale di ribasso rispetto al premio pro capite annuo lordo pari a €275,00. In merito si chiede conferma che verranno prese in considerazione fino a due cifre decimali;
    - si chiede se deve indicarsi il premio pro capite annuo lordo o netto;
    - si chiede conferma che il premio pro-capite annuo risultante dal ribasso percentuale offerto sul premio pro-capite annuo posto a base di gara sia da indicare lordo. Inoltre, si chiede se sul premio pro-capite annuo risultante dal ribasso percentuale offerto sul premio pro-capite annuo posto a base di gara sono ammesse cifre decimali e, in caso affermativo, si chiede di specificare il numero di cifre decimali.

    17. In merito all’art. 17.1 “Criteri di valutazione dell’offerta tecnica” del Capitolato Speciale:
    - in riferimento al criterio 8 e all’art. 21 “Trattamenti fisioterapici riabilitativi a seguito di infortunio”: riduzione/eliminazione Scoperto, si chiede conferma che la terza opzione “eliminazione dello scoperto” sia da intendersi scoperto 0% e con il minimo di €100 per ogni prestazione/ciclo di terapia;
    - in riferimento al criterio 11 e all’art. 22 “Protesi ortopediche e acustiche”: riduzione/eliminazione Scoperto, si chiede conferma che per tutte e tre le opzioni di scelta, il minimo non indennizzabile di rimanga pari a €50,00;
    - in riferimento al criterio 13 e all’art. 24 “Prestazioni odontoiatriche: terapie conservative, ortodonzia, protesi”: riduzione/eliminazione Scoperto, si chiede conferma che per le opzioni il minimo di €100,00 per ogni prestazione/ciclo di terapia, in caso di strutture non convenzionate rimanga invariato.

    18. Si chiede di fornire la data di nascita e/o l’età puntuale ed il sesso relativamente al personale dirigente, tecnico, amministrativo e bibliotecario, a tempo determinato e indeterminato, nonché per il personale docente a tempo determinato e indeterminato, in servizio presso il Politecnico di Bari. Inoltre, si chiede il medesimo dettaglio anche per i componenti del nucleo familiare del Politecnico.

    19. Si chiede se sia prevista l’intermediazione del broker e, in caso affermativo, si chiede di indicare la percentuale di provvigioni che l’aggiudicatario dovrà corrispondergli.

    20. Considerato che il Titolare se vuole estendere la copertura anche ai soggetti già facenti parte del Nucleo Familiare deve darne comunicazione entro 30 dalla data di decorrenza della propria copertura, si chiede se i nuovi nati o adottati ovvero nuovi congiunti o conviventi sia previsto un termine per l’estensione a loro della copertura.

    21. Il numero complessivo dei convenzionamenti diretti in Puglia deve essere quelle alla data di scadenza del bando. Si chiede se per data di scadenza del bando si intenda la data di presentazione delle offerte.


    Si forniscono i seguenti richiesti chiarimenti:

    1. Si precisa che per un refuso, a pag. 25 del Disciplinare, non è stata riportata la disciplina corretta, che invece si riporta appresso: “Il concorrente dovrà indicare i propri costi della manodopera e gli oneri aziendali concernenti l’adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro di cui all’art. 95, co. 10 del Codice.Il servizio assicurativo, difatti, per la corrente giurisprudenza amministrativa (TAR Lazio, n. 11287/2019; TAR Lazio, n. 11717/2018) non può considerarsi come avente natura intellettuale. Si ricorda che è pertanto necessario utilizzare il Modello All. 5 – MODIFICATO.

    2. La Stazione Appaltante non ha ritenuto di predisporre un modello di offerta tecnica, lasciando al concorrente la disponibilità di strutturare il relativo documento, che deve in primo luogo corrispondere ai criteri di valutazione indicati nella tabella di cui al paragrafo 17.1 del Disciplinare, con l’indicazione della specifica offerta/miglioria scelta tra quelle presenti nella colonna identificata dalla lettera “T”. Dev’esservi, inoltre, una breve relazione (non soggetta a punteggio) descrittiva del servizio.

    3. Si conferma che l’indicazione del Fondo Sanitario/Cassa Sanitaria contraente sarà effettuata dall’aggiudicatario dalla gara. In fase di gara non è necessario quindi produrre documentazione relativa al Fondo/Cassa, fermo restando che questa dovrà essere in regola con la normativa vigente e dovrà altresì produrre successivamente le dichiarazioni del caso (i.e. tracciabilità flussi finanziari), con i conseguenti controlli da parte della Stazione Appaltante.

    4. L’attuale Compagnia assicurativa è Unisalute S.p.A. Si rende disponibile il facsimile del capitolato prestazionale in corso.

    5. Si conferma che la copertura opera obbligatoriamente in favore del personale dirigente, tecnico, amministrativo e bibliotecario, a tempo determinato e indeterminato, nonché per il personale docente a tempo determinato e indeterminato, in servizio presso il Politecnico di Bari, e opera facoltativamente per i componenti del nucleo familiare dei dipendenti del Politecnico.

    6. La data di decorrenza della polizza in corso è il 31 ottobre 2017, con scadenza al 31 luglio 2020. Tale polizza costituisce un rinnovo di polizza precedente, decorrente dal 31 ottobre 2015.

    7. In merito all’art. 17.1 “Criteri di valutazione dell’offerta tecnica” del Disciplinare:
    -  con specifico riferimento al criterio n. 24 relativo all’estensione dell’Assicurazione ai componenti del Nucleo Familiare del Dipendente del Politecnico, si precisa che il premio ivi indicato come soggetto a valutazione è quello per ciascun componente del Nucleo che aderirà volontariamente alla polizza. Nell’esempio formulato, ipotizzando che si offra il medesimo premio del Titolare ossia €275, e che il Titolare estenda la sua copertura al coniuge e a un figlio, l’importo complessivo da pagare sarà pari a €825,00 = €275,00 + €275,00 + €275,00;
    - in conformità con quanto indicato nelle Definizioni del Capitolato, “Nucleo Familiare” è l’insieme dei soggetti come disciplinato dall’art. 3, D.P.C.M. n. 159/2013;
    - si precisa che, ipotizzando venga scelta la miglioria “SÌ, con premio pro-capite annuo scontato del 30% rispetto a quello offerto dalla Società per il Dipendente del Politecnico = punti 4”, il premio corrispettivo sia pari a €192,50, vale a dire con una diminuzione del 30% su €275,00;
    - si precisa che la polizza attualmente in corso non prevede l’estensione dell’Assicurazione ai componenti del Nucleo Familiare del Dipendente del Politecnico.

    8. Il premio pro-capite annuo in corso in favore del personale dirigente, tecnico, amministrativo e bibliotecario, a tempo determinato e indeterminato, nonché per il personale docente a tempo determinato e indeterminato, in servizio presso il Politecnico di Bari è pari a €230,04, comprensivo dell’iscrizione alla relativa Cassa sanitaria.

    9. In merito all’art. 3 “Oggetto dell’appalto, importo e suddivisione in lotti”:
    -  si precisa che il premio pro-capite annuo che costituisce l’importo a base di gara è pari a €275,00, al lordo di imposte previste per legge;
    - si conferma che il premio pro-capite a base d’asta, pari a €275,00, è il medesimo per tutto il personale dipendente del Politecnico di Bari, vale a dire il personale dirigente, tecnico, amministrativo e bibliotecario, a tempo determinato e indeterminato, nonché il personale docente a tempo determinato e indeterminato;
    - si conferma che la durata contrattuale sia di 36 mesi per un valore complessivo stimato di €439.725,00 = €275,00 (premio annuo) x 533 (dipendenti del Politecnico) x 3 (anni), salvo la riduzione offerta dall’aggiudicatario offerta in sede di gara: si rammenta che, come indicato nell’art. 3 del Disciplinare, il totale dei premi che saranno effettivamente pagati dal Politecnico sarà pari al premio pro-capite offerto in sede di gara dall’aggiudicatario moltiplicato per il numero di appartenenti al personale del medesimo Politecnico alla data di decorrenza della polizza e alle successive scadenze annuali, salvo regolazioni. La consistenza numerica del personale può, naturalmente, variare;
    - si rammenta che, ai sensi dell’art. 4.2. del Disciplinare, la Stazione Appaltante si riserva la facoltà di rinnovare il contratto, alle medesime condizioni, per una durata pari a ulteriori 36 mesi dalla scadenza del contratto iniziale, per un importo presunto di €439.725,00 al lordo di imposte previste per legge. L’effettivo importo dipenderà dal premio pro-capite offerto dall’aggiudicatario in sede di gara nonché dall’andamento della consistenza numerica del personale;
    - si rammenta che, ai sensi dell’art. 4.2. del Disciplinare, la durata del contratto potrà, in base alle esigenze della Stazione Appaltante, essere modificata per il tempo strettamente necessario alla conclusione delle procedure necessarie per l’individuazione del nuovo contraente, ai sensi dell’art. 106, co. 11 del Codice (c.d. proroga tecnica). In tal caso il contraente è tenuto all’esecuzione delle prestazioni oggetto del contratto agli stessi – o più favorevoli – prezzi, patti e condizioni. Il corrispettivo stimato per tale proroga è pari a €73.287,50, salvo le precisazioni di cui al trattino precedente;
    - si conferma che, ai fini dell’art. 35, co. 4, del Codice, il valore massimo stimato dell’appalto, è pari a €952.737,50, al lordo di imposte previste per legge, in quanto somma dell’importo originale a base di gara, oltre al rinnovo e alla c.d. proroga tecnica;
    - gli importi indicati sono al lordo delle imposte previste per legge.

    10. Il valore complessivo dell’appalto su 36 mesi, pari a €439.725,00, è al lordo delle imposte previste per legge.

    11. Si precisa che, al pari della procedura de qua, anche per quanto riguarda il contratto attualmente in essere le categorie del personale dirigente, tecnico, amministrativo e bibliotecario, a tempo determinato e indeterminato e quella del personale docente a tempo determinato e indeterminato sono state considerate unitariamente, sicché non vi è un dato disgiunto. A titolo meramente indicativo, e ricordando che la consistenza numerica del personale è soggetta a variazioni fisiologiche continue, la si indica approssimativamente come appresso: circa 570 dal 31/10/16 al 31/10/17, circa 560 dal 31/10/17 al 31/10/18, circa 540 dal 31/10/18 al 31/10/19.

    12. Si conferma la numerosità da assicurare in n. 533 unità. Tale numerosità corrisponde al personale dirigente, tecnico, amministrativo e bibliotecario, a tempo determinato e indeterminato, nonché al personale docente a tempo determinato e indeterminato, complessivamente considerati, in servizio presso il Politecnico di Bari, esclusi i componenti del Nucleo Familiare.

    13. Non è disponibile il dato dell’indicazione della numerosità relativa ai componenti del Nucleo Familiare dei Dipendenti del Politecnico relativa alle ultime tre annualità né quello della numerosità attuale.

    14. Non è disponibile il dato della numerosità relativa ai componenti del Nucleo Familiare del Dipendente del Politecnico per le tre annualità da assicurare, anche in considerazione del fatto che i familiari dei Dipendenti non sono obbligati ad aderire alla Polizza.

    15. In riferimento agli allegati “politecnico-di-bari-sinistri-2016-2017-e-2017-2018-al-31gen2020” e “politecnico-di-bari-sinistri-2018-2019-e-2019-2020-al-31gen2020”:
    - si conferma che la statistica sinistri fornita è riferita al personale dirigente, tecnico, amministrativo e bibliotecario, a tempo determinato e indeterminato, nonché al personale docente a tempo determinato e indeterminato, in servizio presso il Politecnico di Bari, complessivamente considerati come categoria unica;
    - la statistica sinistri fornita dall’attuale Compagnia Assicurativa riporta come aggiornamento la data del 31/01/2020;
    - in riferimento alla statistica sinistri fornita, per “spese sanitarie varie” si intendono le “Protesi ortopediche o acustiche”;
    - in riferimento alla statistica sinistri fornita, si evidenzia che questa non fa capo al Capitolato posto a base di gara, bensì al capitolato contrattuale già in essere, che presenta prestazioni analoghe (relative cioè ad assicurazione sanitaria) ma non identiche a quelle della procedura in corso; per ulteriore chiarezza, si rende comunque disponibile il facsimile del capitolato prestazionale in corso. Nella reportistica a disposizione della Stazione Appaltante, fornita ai concorrenti, sono già indicati i diversi moduli con la distinzione tra prestazioni effettuate in Rete, Fuori Rete e SSN;
    - il premio pro-capite annuo costituente l’importo a base di gara, così come l’importo complessivo annuo di premio è indicato al lordo delle imposte previste per legge;
    - in merito alla statistica sinistri della Prevenzione, essa deve intendersi riferita solo al Pacchetto prevenzione; con l’avvertenza che questo non fa capo all’art. 33 del Capitolato posto a base di gara, bensì all’analoga ma non identica prestazione del capitolato contrattuale già in essere di cui, per ulteriore chiarezza, si rende disponibile il facsimile;
    - in merito alla statistica sinistri Odontoiatria, essa deve intendersi riferita all’insieme di tutte le prestazioni odontoiatriche; con l’avvertenza che queste fanno capo agli articoli citati, bensì alle analoghe ma non identiche prestazioni del capitolato contrattuale già in essere il cui facsimile, per ulteriore chiarezza, si rende disponibile.

    16. In riferimento all’“All. 5 - Offerta economica”:
    - in osservanza dell’art. 16 del Disciplinare, si conferma che debba essere indicata la percentuale di ribasso rispetto al premio pro-capite annuo lordo pari a €275,00 e che verranno prese in considerazione fino a due cifre decimali;
    - si conferma che deve indicarsi il premio pro-capite annuo al lordo delle imposte di legge;
    - si conferma che il premio pro-capite annuo risultante dal ribasso percentuale offerto sul premio pro-capite annuo posto a base di gara è da indicare al lordo delle imposte di legge. Si rammenta che il premio pro-capite annuo così ottenuto viene è il frutto della mera operazione matematica di cui sopra; sono ammesse fino a due cifre decimali.
    Si ricorda, infine, che è necessario utilizzare il Modello All. 5 – MODIFICATO.

    17. In merito all’art. 17.1 “Criteri di valutazione dell’offerta tecnica” del Disciplinare:
    - in riferimento al criterio 8 e all’art. 21 “Trattamenti fisioterapici riabilitativi a seguito di infortunio” del Capitolato: riduzione/eliminazione Scoperto, si precisa che la terza opzione “eliminazione dello scoperto” sia da intendersi “scoperto 0% ed eliminazione del minimo non indennizzabile per ogni prestazione/ciclo di terapia”.
    - in riferimento al criterio 11 e all’art. 22 “Protesi ortopediche e acustiche” del Capitolato: riduzione/eliminazione Scoperto, si conferma che per tutte e tre le opzioni di scelta, il minimo non indennizzabile rimane pari a €50,00.
    - in riferimento al criterio 13 e all’art. 24 “Prestazioni odontoiatriche: terapie conservative, ortodonzia, protesi” del Capitolato: riduzione/eliminazione Scoperto, si conferma che per le opzioni il minimo di €100,00 per ogni prestazione/ciclo di terapia, in caso di strutture non convenzionate rimane invariato.

    18. Il dato della data di nascita e/o dell’età puntuale e il sesso del personale dirigente, tecnico, amministrativo e bibliotecario, a tempo determinato e indeterminato, nonché del personale docente a tempo determinato e indeterminato, in servizio presso il Politecnico di Bari, non è disponibile. Lo stesso dicasi dei componenti del Nucleo familiare dei dipendenti del Politecnico.

    19. Non è prevista intermediazione da parte di un broker.

    20. In riferimento all’art. 6 del Capitolato, si precisa che il termine entro cui inserire nella copertura i nuovi nati o adottati ovvero nuovi congiunti o conviventi è il medesimo, vale a dire 30 giorni dalla data del nuovo ingresso nel Nucleo Familiare del Dipendente.

    21. In riferimento al criterio 1 dell’art. 17.1 del Disciplinare si precisa che il numero complessivo dei convenzionamenti diretti in Puglia deve essere quelle alla data di scadenza del bando; per data di scadenza del bando deve intendersi la data di presentazione delle offerte.
    14/05/2020 21:45
  11. 07/05/2020 11:51 - Si trasmettono le seguenti richieste di chiarimento:
    - si chiede conferma che l’Art. 37 “Sinistri in strutture convenzionate con la Società” del Capitolato sarà integrato dall’aggiudicatario con la procedura operativa di accesso alle prestazioni in assistenza diretta presso le strutture convenzionate;
    - con riferimento a quanto previsto all’art. 5 del Capitolato, si  chiede se la Stazione Appaltnate si attenda che la Compagnia aggiudicataria rediga il solo Set Informativo (ex Fascicolo Informativo) oppure anche un ulteriore documento che illustri la polizza.


    Si forniscono di seguito i chiarimenti richiesti:
    - si precisa che l’art. 37 del Capitolato non osta all’applicazione, da parte dell’aggiudicatario, di proprie procedure amministrative per l’erogazione della prestazione, purché si mantengano nei margini di ragionevolezza, rapidità e non vessatorietà;
    - si precisa che l’art. 5 del Capitolato è diretto a offrire ai beneficiari un documento pratico per la fruizione delle prestazioni assicurative: vale a dire, a titolo esemplificativo, una “guida”, un “manuale d’uso” della polizza.
    14/05/2020 22:21
  12. 11/05/2020 16:47 - Con riferimento al requisito di cui al paragrafo 7.3 del Disciplinare, “Il concorrente deve aver gestito nell’ultimo triennio (2017-2018-2019), almeno tre contratti assicurativi di “Rimborso spese sanitarie” in favore di Pubbliche Amministrazioni e/o aziende private”, si chiede conferma che il requisito si intenda soddisfatto se il concorrente indichi nel DGUE un contratto assicurativo di rimborso spese mediche per l’annualità 2017, un contratto per l’annualità 2018 ed un altro ancora per l’annualità 2019 e che siano relativi destinatari diversi tra loro.

    Con riferimento al requisito di cui al paragrafo 7.3 del Disciplinare, il requisito può ritenersi soddisfatto se il concorrente indichi nel DGUE un contratto assicurativo di rimborso spese mediche per l’annualità 2017, un contratto per l’annualità 2018 e un altro ancora per l’annualità 2019 e che siano relativi destinatari diversi tra loro.
    14/05/2020 22:23
  13. 11/05/2020 17:16 - Si chiede se l’All. 3 “Patto di integrità” debba essere inserito nella Busta A - Documentazione Amministrativa. In caso affermativo, si chiede conferma che non serva timbrarlo ma solo compilarlo e sottoscriverlo con firma digitale.

    Si precisa l’Allegato n. 3 “Patto di integrità” deve essere allegato alla Busta A - Documentazione Amministrativa. È sufficiente che sia compilato e sottoscritto con firma digitale.
    14/05/2020 22:24
  14. 13/05/2020 15:20 - 1. Si richiede copia del normativo in corso. Nel caso non fosse possibile, si richiede di specificare se nel nuovo Capitolato sono state inserite garanzie nuove e/o modifiche alle garanzie in corso.

    2. Numero assicurati (comprensivi di eventuali movimentazioni in corso d’anno) relativamente alle annualità :
    • 31 ottobre 2016 – 31 ottobre 2017;
    • 31 ottobre 2017 – 31 ottobre 2018;
    • 31 ottobre 2018 – 31 ottobre 2019;
    • 31 ottobre 2019 ad oggi
    3. Attuale assicuratore.


    1. Si rende disponibile il facsimile del capitolato prestazionale in corso, da cui trarre le differenze.

    2. A titolo meramente indicativo, e ricordando che la consistenza numerica del personale è soggetta a variazioni fisiologiche continue, la si indica approssimativamente come appresso: circa 570 dal 31/10/16 al 31/10/17, circa 560 dal 31/10/17 al 31/10/18, circa 540 dal 31/10/18 al 31/10/19, fino alle odierne 533 unità per cui si richiede l’assicurazione.

    3. L’attuale Compagnia è Unisalute S.p.A.
    14/05/2020 22:26
  15. 15/05/2020 08:26 - Si richiedono i seguenti chiarimenti:

    1. In riferimento all’Art. 18 ”Area di ricovero” del Capitolato, si osserva quanto segue: “In caso di Ricovero in un Istituto di cura pubblico o privato, con o senza Intervento chirurgico, l’Assicurato avrà diritto a un’indennità di €100,00 (Euro cento/00) per ogni giorno di Ricovero, non superiore a 90 (novanta) giorni per ogni Ricovero.Il massimale annuo assicurato è di €15.000,00 (Euro quindicimila/00) per Beneficiario.
    In caso di ricovero, l’assicurato ha diritto ad un’indennità di €100 per massimo 90 giorni, ossia un’indennità complessiva pari a €9.000. Il massimale annuo per Beneficiario a disposizione è pari a € 15.0000, ciò significa che l’assicurato ha ancora a disposizione un ulteriore indennità di €100  per una massimo di 60 giorni. In merito si chiede conferma di tale interpretazione o in alternativa si chiede di fornire l’interpretazione corretta.

    2. In riferimento ai criteri 3 e 4 dell’art. 17.1 del Disciplinare, qualora si offrisse un’indennità pari a € 200 e massimale annuo assicurato, come da Capitolato, pari a €15.000, in caso di ricovero, l’assicurato avrebbe diritto a un’indennità di €200 per massimo 90 giorni, ossia una indennità complessiva pari a €18.000. Ma in questo caso il massimale supera il valore del massimale stesso pari a €15.000. In merito si chiede di specificare come si coniugano le due garanzie, l’indennità e il massimale.


    Si forniscono di seguito i chiarimenti richiesti:

    1. In riferimento all’Art. 18 ”Area di ricovero” del Capitolato, ove si prevede un’indennità diaria di €100 per un periodo non superiore a 90 giorni (corrispondente quindi a una somma di €9.000) a fronte di un massimale annuo di €15.000, si precisa che ciò implica, nel caso di un soggetto che abbia fruito di un’indennità di 90 giorni/€9.000, e che sia sottoposto ad altro ricovero nell’ambito del medesimo anno, questi avrà ancora a disposizione un’ulteriore indennità per la somma residua del massimale annuo, vale a dire €6.000/60gg.

    2. In riferimento ai criteri 3 e 4 dell’art. 17.1 del Disciplinare, ove si offrisse un’indennità diaria pari a €200, in costanza di massimale annuo come da art. 18 del Capitolato (€15.000), i giorni annui di indennità riconosciuta devono intendersi in proporzione.
    15/05/2020 12:34
  16. 06/05/2020 09:42 - Si richiedono i seguenti chiarimenti:
    1. Si chiede se la statistica sinistri fornita sia riferita a medesime condizioni come da Capitolato oggetto di gara. In caso contrario, si chiede di poter avere evidenza delle principali differenze.
    2. Si chiede se la statistica sinistri fornita sia comprensiva anche dei sinistri relativi ai familiari assicurati su base volontaria (se la loro copertura è prevista dalle condizioni in corso.
    3. Se previsto dalle attuali condizioni, si chiede di poter avere il numero di familiari attualmente in copertura, ovvero il numero di dipendenti che hanno optato per tale estensione.
    4. Rispetto alla statistica sinistri fornita, si chiede di poter avere anche l’evidenza dei sinistri liquidati rispetto ai sinistri riservati (ferma l’attuale impostazione che prevede l’evidenza delle garanzie colpite, dei sinistri occorsi “in rete”, “fuori rete” o “SSN”).
    5. Si chiede conferma che l’eventuale estensione della copertura al nucleo familiare del dipendente non darà luogo alla stipula di una separata polizza assicurativa rispetto a quella che verrà stipulata dalla Cassa di Assistenza per conto del Politecnico di Bari. Si chiede inoltre conferma che il premio annuale afferente ai familiari, a prescindere dalla modalità con la quale l’Ente provvederà all’addebito verso il dipendente, verrà versato alla Cassa di Assistenza con la stessa frequenza prevista per il premio a carico dell’Ente (semestrale).
    6. Il comma 1 dell’art. 31 “Stato di non autosufficienza temporaneo” del Capitolato, prevede come oggetto della garanzia il “rimborso delle spese sanitarie o l’erogazione di servizi di assistenza (…)”, ed il comma 3 dello stesso articolo prevede che “la Società corrisponde l’importo garantito (…). Il massimale mensile viene erogato (…)”. Si chiede pertanto conferma che all’assicurato spetti il riconoscimento delle spese sanitarie o per l’erogazione di servizi di assistenza entro il massimale a sua disposizione (€2.000 mensili, od il minor importo per stati di durata inferiore al mese). Si chiede inoltre se può essere prevista la presentazione di idonea documentazione medica attestante l’impossibilità a compiere in autonomia tre degli atti di vita quotidiana riportati nel normativo medesimo.


    1. La statistica sinistri fornita attiene a condizioni contrattuali differenti da quelle poste a base dell’attuale procedura. Se ne fornisce facsimile nell’elenco dei documenti di gara.
    2. La copertura attualmente in essere non prevede l’estensione ai familiari, per cui la statistica fornita non ne tiene conto.
    3. La copertura attualmente in essere non prevede l’estensione ai familiari, neanche su base volontaria.
    4. Si indica l’evidenza dei dai dei sinistri riservati, già inclusi nel totale della statistica sinistri fornita:
    ANNUALITA’     FUORI RETE        SSN          TOTALE
    2017-2018                 518                100              618
    2018-2019               1311                473             1784
    2019-2020                  –                   600              600
    5. Nulla osta a che non si dia luogo a separata polizza per l’eventuale estensione a familiari del dipendente, fermo restando che le prestazioni garantite ai beneficiari del Politecnico non dipenderanno da altro se non dal corretto adempimento del medesimo Politecnico. Il premio relativo ai familiari del dipendente beneficiario verrà versato con la stessa cadenza di quello pagato dalla Stazione Appaltante, a cura e onere esclusivo del medesimo dipendente e senza che il Politecnico abbia riflesso alcuno da eventuali ritardi e/o inadempimenti del dipendente, né possa essere chiamato a farvi anche solo temporaneamente fronte.
    6. Il massimale per la copertura di cui all’art. 31 del Capitolato è stabilito in €2.000,00/mese: tale massimale non è comunque riducibile a una diaria. L’aggiudicatario potrà, in base alle proprie procedure interne, prevedere la presentazione di documentazione medica, purché nei margini di ragionevolezza e non vessatorietà.
    19/05/2020 01:39

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280

Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

Politecnico di Bari

Via Giovanni Amendola, 126/b Bari (BA)
Tel. 080/5962518 - Email: politecnico.di.bari@legalmail.it - PEC: politecnico.di.bari@legalmail.it